InNOVA incontra RUDRA CHAKRABORTY – La diversità, valore aggiunto nella definizione di talento

Come nelle maggiori città europee anche a Bergamo il numero di stranieri sta progressivamente aumentando.

Il fenomeno dovuto alle rotte migratorie determinate dal panorama economico e politico mondiale sta assumendo un connotato positivo soprattutto dove il calo demografico delle popolazioni autoctone è sempre maggiore.

Come riportato nel Rapporto dell’Osservatorio Provinciale dell’Occupazione del 2015 a Bergamo il 9% delle imprese registrate alla Camera di Commercio sono straniere, il settore più rappresentato è quello del Commercio all’Ingrosso seguito dalle Costruzioni. Percentuali importanti ricopre anche l’imprenditoria giovanile: gli under 35 sono titolari del 22% delle attività straniere. Nelle scuole più del 20% degli alunni sono stranieri.

Il processo di Acculturazione per cui la popolazione straniera adotta una nuova cultura senza negare il proprio patrimonio culturale assume un ruolo strategico nella valorizzazione della diversità.

In un situazione di economia globale, l’utilizzo di risorse a valore aggiunto (conoscenze culturali e linguistiche) diventa fondamentale. Pensiamo ad esempio nei rapporti con paesi dove il rispetto del cerimoniale è essenziale per la buona riuscita delle trattative commerciali.

Ed proprio in questo ambito che la ricerca e l’individuazione di talenti si deve orientare, determinando un processo virtuoso che coniuga l’aspetto propriamente economico con quello sociale dell’inclusione e della partecipazione.

InNOVA Bergamo ha avuto l’occasione di approfondire il tema in un incontro molto interessante con Rudra Chakraborty consulente presso Bonboard, società riconosciuta nel 2013 Best Practice a livello europeo per le attività di inclusione delle seconde generazioni in contesti urbani. L’argomento ha caratteristiche che ben si prestano a individuare azioni innovative in campo sociale ed è pertanto intenzione di InNOVA avviare al più presto un percorso progettuale sulla tematica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*